PriceArt
  
 
 
 

Radchenko Ludmilla
Dopo la sua esperienza in televisione nel 2008 torna alla sua vera passione: la pittura. Le sue prime mostre collettive e qualche personale la convincono a lasciare definitivamente lo spettacolo per dedicarsi all'arte. Dopo un lungo viaggio a New York dedicato allo studio, nascono una serie di collezioni che saranno poi esposte in gallerie, eventi e mostre d'arte. Nel 2010 realizza una mucca gigante per la “Cow Parade 2010”, una mostra di design internazionale, partecipa ad un'installazione artistica alla Triennale di Milano ed espone in una personale al Museo di Arte Contemporanea di Lucca. Qualche mese dopo la sua esposizione al Teatro alla Scala viene selezionata al concorso internazionale di pittura Gemlucart di Monaco dove ha inizio la sua collaborazione con l'Opera Gallery, una delle 11 omonime gallerie presenti in tutto il mondo.
 
A dicembre 2010 nelle librerie di Feltrinelli esce il suo primo catalogo: "Power pop" edito da Skira. Nel febbraio del 2011, la provincia di Milano supporta una personale di Ludmilla presso la Casa delle Culture del Mondo. Nel maggio del 2011 una galleria di New York presenta Ludmilla al festival "Eating Art" e le sue opere vengono esposte alla galleria Crown Fine Art a SoHo, il noto quartiere newyorkese.