PriceArt
  
 
 
 

 
La PrinceArt è una società che si occupa di investimenti in Arte Contemporanea, e che opera sia attraverso una rete di consulenti artistici distribuiti su tutto il territorio nazionale, sia attraverso un e-commerce sul sito web www.princeart.it

 

La PrinceArt nasce da un’idea innovativa del suo Presidente Armando Principe che, dopo aver collaborato per anni con società Leader nel mercato della compravendita delle opere d’arte, ha voluto realizzare un suo grande desiderio: cogliere e valorizzare le più significative espressioni artistiche contemporanee, promuovendone lo sviluppo commerciale e diffondendo il talento creativo Italiano nel mondo, mettendo in relazione collezionisti e artisti.

 

L’ obbiettivo principale è duplice e sinergico.

Da una parte vi è la ricerca continua e costante di artisti dell’ arte contemporanea che, selezionati e scelti dalla PrinceArt, vengono seguiti e supportati nella costante crescita artistica e di quotazione, attraverso critici d’ arte, mostre nazionali ed internazionali, recensioni su stampa, cataloghi e battute d’ asta. Dall’ altra parte lo scopo è quello di tutelare il patrimonio artistico-culturale ed economico dei collezionisti privati che nel corso degli anni hanno acquisito opere d’arte, e di collocare a scopo di investimento, le Opere Uniche degli artisti su cui PrinceArt effettua il proprio lavoro di valorizzazione, promozione e crescita del valore di mercato.

 

La PrinceArt accompagna i collezionisti verso scelte di qualità, e offre agli artisti uno spazio autorevole e qualificato dove esporre e vendere le proprie opere.

 



Clicca la foto per visualizzare il video

PrinceArt presenta:
Venezia di Alfonso Mangone, a cura di Vittorio Sgarbi

 



Clicca la foto per visualizzare la fotogallery

Roma Sagome opere ufficialmente donate ad Agostino Vallini vicario generale di sua santità alla Basilica di San Lorenzo fuori le mura ed al comune di Roma

 



Clicca la foto per visualizzare la fotogallery

Interno di famiglia Flavia Mantovan Facce di mafiosi A cura di Vittorio Sgarbi e Oliviero Toscani